Il letargo di Andretta
di Franco Arminio
Appena sveglio mio figlio mi dice che c'è il sole come se fosse un miraggio. Ho la faccia gonfia per un dente infiammato. Ho i bronchi pieni di muco e la testa piena di cattivi pensieri. Dopo molti giorni davanti al computer ho voglia di andare all'aperto a prendere aria. Vado ad Andretta, il paese più vicino, l'unico che d'estate riesco a raggiungere in bicicletta.
***
Aggiornato il 12 Marzo 2015